fbpx
Baia di Copanello

Baia di Copanello

Copanello è situata al centro del Golfo di Squillace, nella parte chiamata Costa degli Aranci o Costa dei Saraceni[2]. Si trova sulla costa orientale dell'istmo di Catanzaro. Il limite settentrionale è costituito dalla località di Squillace Lido (frazione del comune di Squillace) est dal fiume Alessi la cui foce è situata nei presso dell'Hotel Club Poseidon, a Copanello lido. Il limite meridionale di Copanello è costituito da Santa Maria del Mare (frazione del comune di Stalettì) e dal torrente Lamia. A sud-ovest, confina con il paese di Stalettì mentre a sud-ovest, confina col comune di Squillace
Copanello lido si situa sul litorale del Golfo di Squillace, quasi al livello del mare, ai piedi della Coscia di Stalettì (montagna calabrese chiamata anche Mons Moscius all'epoca di Cassiodoro o più tardi Coscia della baronessa), mentre Copanello alto si situa sulla Coscia di Stalettì, ad un centinaio di metri al di sopra del livello del mare, e si affaccia sul Golfo di Squillace
Dopo la spiaggia di Copanello lido e dopo certi luoghi di Copanello alto è possibile ammirare la costa del Mar Ionio da Isola di Capo Rizzuto, a nord, fino a Punta Stilo, a sud

È possibile che il territorio di Copanello Alto sia stato abitato nella preistoria, come testimoniato da una statuetta ritrovata agli inizi del XX secolo dai contadini della baronessa Elvira Marincola Cattaneo.
Qui Cassiodoro fece costruire il monastero Vivariense e la cappella di San Martino nell'anno 555 così come dei vivai per l'aquacoltura (le cosiddette Vasche di Cassiodoro).
Alla sua morte nei dintorni del 580, Cassiodoro lascia i suoi beni, tra cui il monastero Vivariense così come il territorio di Copanello, ai monaci del monastero Castellense, situato nell'odierna Santa Maria del Mare (frazione di Stalettì). Questo resta in loro possesso fino al XII secolo, benché il vescovo di Squillace abbia cercato in più occasioni di impadronirsene, data in cui passa sotto la dipendenza dell'abbazia benedettina della Santa Trinità di Mileto, come dono del conte Ruggero I di Sicilia. Dal XIII secolo, benché sempre appartenente all'abbazia di Mileto, il monastero Vivariense così come le terre di Copanello appartennero alla città di Squillace.
Nel XVI secolo, Copanello subì regolarmente le incursioni saracene e le vestigia del monastero Vivariense servirono dunque come torre cavallara per proteggere la costa.
Dal XVIII secolo il territorio di Stalettì di cui fa parte Copanello Alto restò un Casale di Squillace (dipendenza della città di Squillace) fino agli inizi del XIX secolo quando i francesi di Napoleone si impadronirono del Regno di Napoli dal 1806 al 1815. Da allora, Stalettì divenne un comune e inglobò le terre di Copanello Alto e Copanello Lido.
Alla fine del XIX secolo, il colonnello e deputato Achille Fazzari, originario di Stalettì, riscattò le vestigia del monastero Vivariense a Copanello Alto e le trasformò in fabbrica olearia e in seguito in residenza privata.
Nel 1868, su impulso del Fazzari, fu costruita la galleria di Stalettì che permise di collegare Copanello Alto con l'attuale Copanello Lido, nella quale oggi passa la strada statale 106 Jonica.
Nel 1882, Giuseppe Garibaldi si dice si sia fermato una notte presso Casa Fazzari, a Stalettì di Copanello, come testimoniato da una lapide.
Alla fine degli anni '30, la frazione di Copanello Alto comprendeva alcune case tra le quali la Casa Falcone (la vecchia Casa Fazzari) mentre Copanello Lido era ancora disabitata. Nel 1938 lo storico francese Pierre Courcelle riscoprì le vestigia della cappella di San Martino e ne dedusse che la posizione del monastero Vivariense di Cassiodoro dovesse trovarsi al posto di quella che era allora Casa Falcone.
Durante la Seconda guerra mondiale, numerosi bunker di piccole e medie dimensioni furono costruiti dai nazifascisti.
Nel 1957 e fino alla fine degli anni '80 Casa Falcone si trasformò in albergo, per poi accogliere prima un piccolo museo archeologico e (fino alla chiusura nel 2011) un museo naturalistico.

Date

11 Luglio 2017

Tags

Calabria

Search