fbpx

Ho scritto

A mio fratello Nino

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Martedi 5 settembre ti sei spento improvvisamente mentre eri nel luogo che tanto amavi ,Palizzi.
Mi è stato detto attorno alle 7.10. Ti sei improvvisamente disteso sulla sabbia, sei morto vicino alle due cose a te care , la tua barca ,il tuo mare. Ho la certezza che non ha ceduto il cuore. Ha ceduto un qualcos’altro che lo comanda. La vera causa non la saprò mai.

Ci eravamo salutati pochi giorni prima con la promessa che ci saremmo rivisti presto.
Ti ho visto invece disteso senza vita nella bara, eri morto da poche ore. Un fisico statuario giaceva steso incredibilmente ed ingiustamente rapito dalla morte. Eri Tu. Mio fratello.
Te ne sei andato senza vedere in volto la morte.
Nelle lunghe ore trascorse accanto al tuo corpo senza vita ho pensato e ripensato alla tua e nostra vita. Con il cuore attanagliato da una morsa di dolore, da infinita rabbia. In quegli interminabili momenti che avrei voluto comunque non terminassero mai ti ho rimproverato di avere condotto una vita troppo semplice, troppo umile.
Ma come posso criticare la tua semplicità, la tua umiltà. Come posso criticarti di avere dedicato la tua vita solo alla tua famiglia. Non solo a tua moglie e ai tuoi figli, e gli ultimi anni alla piccola Sveva che mi dicevi ti aveva fatto ringiovanire ,ma anche a noi fratelli.
In occasione di controversie che possono nascere in qualsiasi famiglia, e che si sono verificate anche nella nostra, Tu non prendevi posizioni. Non giudicavi. Non commentavi. Sapevi che una scelta del genere avrebbe ulteriormente creato altre separazioni fra fratelli. Tu hai sempre difeso l’unità familiare. Tutto questo io lo vedevo.
Tutto questo lo apprezzavo. Ma non te l’ho mai detto. MALEDIZIONE!
Come posso rimproverarti di esserti concesso solo un passatempo. Un hobby. La pesca.
Te nei sei andato nella massima riservatezza. Creando solo quel poco di “disturbo” inevitabile Ti sono venuti a rendere omaggio I tuoi amici, parenti che ormai incontriamo solo in queste tristi circostanze, altre persone a me sconosciute e su tutti i loro volti leggevo la tristezza, l’angoscia, l’incredulità per il caro amico morto improvvisamente.Il prete che ha celebrato una funzione funebre che più semplice di così non poteva essere pensata, Tutto mi è sembrato essere stato diretto da Te. Tu avresti voluto proprio così. Sei stato sepolto nella massima semplicità. Come Tu certamente desideravi, con un seguito di amici e parenti anche al cimitero tanto da farmi indispettire non poco.Ma una volta finito tutto, cessate le varie attività, gli abbracci, le parole, il cordoglio di amici e parenti improvvisamente un grande vuoto attorno a me. Accompagnato da un immenso dolore.
Sentivo che eri importante per tutti noi. Per me in particolare. Ma non te l’ho mai detto. MALEDIZIONE!!!
Ciao NINO amato fratello. Il tempo di questa vita penosa, passeggera, e soprattutto maledettamente ingiusta, vola. Presto riprenderemo a ridere in altro luogo. In un'altra vita. In un’altra dimensione. E così potrò dirti tutte le cose che non ti ho mai detto.

Grazie per tutto quello che mi hai dato. 
Mi manchi tanto!!!

Commenti offerti da CComment

Pin It
© All Rights Reserved. Designed By Palumbophoto

Search

NOTA! Questo blog utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo